L'angolo di Fiore

PALLAVOLO 2°DIVISIONE: TRUCCO E PARRUCCO FINITO, ORA SI FA SUL SERIO!

Non facciamo finta di niente, l’estate 2016 è stata discretamente ristrutturante per le Amike. Assenze che peseranno, nuovi arrivi, la stagione della palla di fuoco ha rifatto la mise alla prima squadra santilariese che, ora, è ripartita con la tensione della gara, le scottature da tuffo per recuperare una palla e le urla di gioia per le vittorie. Dicevamo di cambiamenti in seno alla squadra…e partiamo da una assenza che peserà tanto e che certo si sentirà sul rettangolo di gioco, ma che è solo un arrivederci a presto: Anna Rabitti tornerà nel 2017 essendo in dolce attesa. Nuovi arrivi con diverse giovani a dare linfa alla squadra, voglia di fare, talento; le rotazioni si manterranno numerose e i cambi di qualità, per dare continuità e ritmo ad ogni set.

Alla guida del vascello confermatissima Coach Benny Dotti, che guiderà ancora una volta il timone della squadra, coadiuvata da Mauro Donelli. Un duo che promette bene, in un intreccio tra nuove idee tattiche, continuità e tanta tanta passione.

Il via alla stagione è stato dato contro il Jovi Volley. Non certo uno degli esordi più semplici. E purtroppo le gambe imballate di inizio anno, insieme alla bravura delle cugine di oltre stazione hanno fatto il resto: sconfitta per 3-2. Pronto riscatto contro l’Everton: secco 3-0 al termine di una gara mai in bilico, ma sempre dominata dalle ragazze (25-21, 25-17, 25-13) e occasione per esperimenti e per dare spazio a tutta la rotazione di squadra. Le successive tre gare hanno dimostrato come anche quest’anno ci sia da fare i conti contro le giovani terribili santilariesi, corsare prima a Massenzatico (1-3), vittoriose in casa contro Dil Plast e ancora a braccia alzate uscendo dalla tana della Primavera Life. Certo contro San Prospero è arrivata una brutta sconfitta che ha fermato la striscia di 4 vittorie consecutive, ma questo non cambia la carte in tavola. La squadra quest’anno è riuscita a rifarsi il look e a mantenere un gruppo unito, talentuoso e che punta in alto. Si aspetta un pubblico numeroso mercoledì alle 21.30 per la sfida alla prima della classe Montecchio.

 

Michele Calestani

 

 

 

 

 

S.BV 2016 D.O.C

Settembre finalmente! Dopo una estate di basket e pallavolo sul cemento dei playground e sulla sabbia delle spiagge, si torna a respirare l’aria della palestra: un nuovo anno sportivo si prepara a farsi svelare al pubblico, con trepidazione e tante tante aspettative.

In estate, tempo di lavori in corso, la società si è rinnovata in tanti aspetti, primo fra tutti i nuovi direttori di orchestra delle varie squadre di basket e pallavolo; tante le novità per un anno che si preannuncia ricco di soddisfazioni e con grandi obiettivi. Nel settore basket la Promozione è stata affidata a Giovanni “Spillo” Ferrari che, dopo aver ottenuto i gradi più alti a stagione in corso, quest’anno sarà il condottiero in pectoris, coadiuvato dalla sapienza cestistica e dalla passione di Roberto Palmia, che prenderà sotto le sue ali i giovani lunghi santilariesi. La squadra si è rinnovata molto, con diversi addii ma anche diverse new entry: nella foto si possono notare i baldi giovani che porteranno in giro per la provincia il vessillo biancoazzurro.

 

 

 

20160903_160614.jpg - 146.27 kb

A seguire le varie giovanili: la panchina degli under 18 è stata affidata a Marco Violi; scelta quanto mai azzeccata, con un gruppo destinato a crescere tanto sotto le abili mani dello storico fromboliere di zona Castellana. Stefano Gualdi e Lorenzo Medici saranno gli aiuti a completare un coach team di alto valore. Under 16 nelle mani di Giovanni Orlandini mentre gli under 14 vedranno ogni allenamento ringhiare il fischietto di Filippo Manghi. Anche qui nutrito il gruppo dello staff: Mattia Bertacchini, Marta Dall’Aglio, Piergiorgio Reggiani, Diego Donelli e Mattia Farini rendono più che mai evidente come niente sia lasciato al caso e dove tutto sia stato apparecchiato per rendere la stagione dei giovani cestisti al massimo delle possibilità di crescita sportiva e non. Gli Esordienti e gli Under 13 seguiranno la famosa lavagnetta di Coach Emanuele Cattini. Settore MiniBasket: a Stefano Gualdi il compito di far crescere i campioni di domani nel campionato Scoiattoli e Aquilotti mentre il duo Melotti/Paterlini, più che mai confermato dopo l’ottimo lavoro dello scorso anno, guideranno il S.BV Basket Academy. Capitolo Pallavolo: Coach Benedett Dotti sarà ancora al timone della 2°Divisione, insieme all’esperienza di Mauro Donelli; dopo un anno entusiasmante, più che mai le ragazze sono chiamate a confermarsi. Le giovani Under 18 saranno allenate dal già citato Mauro, insieme a Chiara Manghi. Anna Rabitti guiderà in dolce attesa e perciò ancora più ispirata, le Under 16 e le Allieve, avvalendosi dell’aiuto di Miriam Quercetani, Giacinta Dotti e Monica Ferrari. Esordienti a carico del tandem Chiara Bolognesi/Emanuela Dotti mentre Agnese Manghi e ancora Anna Rabitti saranno le allenatrici della Academy di Pallavolo per le piccole atlete. Anche qui nutrito il gruppo di aiutanti e giovani allenatrici in ogni settore: Giulia Bonazzi, Maria Laura Manfredi, Elena Palmia, Rebecca Quercetani, Valentina Iori completano lo staff più che mai affidabile e qualificato, quanto generoso.

Sono anche stati fatti i primi camp per dare il la alla stagione: oltre al consueto ritiro in altura della prima squadra di Promozione (con under 18) e al successo di quello del minibasket, quest’anno è stato organizzato anche per la pallavolo. Il classico inizio al fresco per le diverse squadre è stato importante per iniziare a sciogliere i muscoli dopo mesi di scarsa tensione e soprattutto per iniziare a fare gruppo e a cementare i vari spogliatoi, in vista di un inverno che richiederà sforzi e risultati non solo nel gioco, ma anche nei rapporti tra i giocatori e dalla voglia di fare fatica per l’altro.

IMG_9265.JPG - 179.03 kbIMG_20160901_191202.jpg - 251.35 kb

La società ha inoltre partecipato ai giochi senza barriere e lunedi 26 Settembre, in occasione del Giubileo dello sportivo, ha varcato la porta Santa. Questo per dare un segnale di come la Fede sia presente e viva anche nello sport e viceversa, in un rapporto quanto mai intrecciato e con un quid in più.

La complessa macchina organizzativa della società si è basata molto sul lavoro della sua segreteria, diretta dalla puntualità e precisione di Benedetta Gandolfi e Giacinta Dotti; non da meno il lavoro di chi si occupa dei tesseramenti e chi delle visite mediche. Ogni aspetto è ben curato certamente grazie alla passione di tante persone che lavorano alacremente per rendere sempre migliore questa società.

 

Michele Calestani

RINNOVARSI PER CONTINUARE A CRESCERE: UN GRAZIE E UN BENVENUTO!

Il Volley targato S.BV parte con una grande novità in vista dell'annata 2016/2017. Il consiglio infatti ha approvato il passaggio di consegne nelle mani di Raffaella Dall'Aglio, nuova responsabile del settore pallavolo a cui va un grandissimo in bocca al lupo. Un sentito grazie va certamente alla Lela, responsabile appassionata e generosa che per 18 anni ha condotto con sapienza e passione l'Amika Volley. Un passaggio certamente epocale, ma che ha tutti i presupposti per essere vincente e proficuo, perchè quando è la passione a muovere il "motore", certo i risultati saranno garantiti. In generale sono quindi giorni di grandi decisioni in seno alla società S.BV, che si sta trovando e lavorando alacremente per definire il nuovo assetto sia societario che di allenatori in vista di una nuova stagione, che si vuole vivere sempre più da protagonisti e crescendo sempre di più.

Michele Calestani

 

Lela Raffi

 Lela Raffi 2
 Lela Raffi 1

ALL STAR GAME PROMOZIONE: festa delle stelle!!

All Star Game del campionato di Promozione
Si è appena concluso l'All Star Game che ha visto la selezione A, composta dai migliori giocatori di Piacenza e Parma, imporsi per 108-102 sulla selezione B, composta dai migliori giocatori di Reggio e Modena.
Partita equilibrat e spumeggiante che ha visto Iori, 34 alla fine, inseguire per tutta la partita. I ragazzi guidati da Fochi (Express Ducale Magi e Violi (Sant'Ilario) si sono ben distribuiti i compiti ed hanno portato a casa la vittoria. Premiato Violi (Sant'Ilario) come MVP della gara.
 
SELEZIONE A 108-SELEZIONE B 102
 
Selezione A: D’Amore 9, Violi 14, Micucci 6, Cervi 5, Grignaffini 2, Cabrini 6, Giraud 10, Berni 7, Verti 6, Antonicelli 9, Franchini 11, Rosi 6, Seclì 17. All. Fochi e Violi.
Selezione B: Reni 8, Beltrami 7, Mantovani 2, Bonacini 12, Santini 6, Iacono 4, Mambrini 12, Iori 34, Menechini 8, Sacchi 8, Bellagamba 1. All. Rubertelli e Lodi.
Arbitri: Bigliardi e Gallo.
Parziali: 22-28, 49-48, 82-79.
 
Anche quest’anno la partita tra le Selezioni dei due gironi non è stata avara di emozioni. Alla fine ha prevalso quella del girone A, ma la partita è stata molto combattuta fino alla fine. Nel primo quarto parte bene la Selezione B che riesce a distribuire molto bene i punti (8 giocatori a referto alla fine del periodo) e trova buone soluzioni fluide in attacco. La Selezione A contiene comunque il divario, grazie anche ai canestri di Cabrini e Seclì, con il primo quarto che si chiude 22-28 in favore delle compagine allenata dal duo Rubertelli-Lodi. Nella seconda frazione di gioco le parti si invertono e Antonicelli spicca nei canestri collettivi di tutta la squadra, mentre sulla’altra sponda Iori si dimostra il più continuo con 11 punti segnati nel quarto, seguito a ruota da Mambrini. Al rientro in campo dopo l’intervallo, dopo il riposo terminato sul 49-48, continua a regnare l’equilibrio. Al solito Iori (13 in questo quarto) ben coadiuvato da Bonacini e Beltrami, rispondono sulla sponda della Selezione A Giraud, Verti e Seclì. La terza frazione si chiude sul 49-48 in favore della Selezione A. Nell’ultimo periodo la Selezione A è brava a tenere a distanza gli avversari. I canestri di Violi, D’Amore e Giraud, uniti ad una buona difesa, permettono di contenere gli attacchi della Selezione B, guidati in particolare da Iori, Sacchi e Reni. Giunge così il termine del match, con la Selezione A che trionfa per 108-102. Mvp del match, votato dai quattro allenatori di entrambe le Selezioni, è stato eletto e premiato Violi del CSI Sant’Ilario.  
 
Dal sito FIP
 
 
http://www.fip.it/public/18/829/big/20160522_173530-1.jpghttp://www.fip.it/public/18/829/big/20160522_173602-1.jpg
http://www.fip.it/public/18/829/big/20160522_184908-1.jpg

BASKET PULCINI: le radici di un vero campione!

Chi te li fa fare 840km in 2 giorni per passare una notte in tenda con due figli zombi reduci da notti in bianco e iperattività da campeggio? Forse Qualcuno ci ha ispirato quando 6 mesi prima ci segnavamo la data sulle rispettive agende dell’Iphone, scommettendo sulla nostra amicizia e sulla volontà di far nascere da essa qualcosa di speciale.

Ebbene il giorno prescelto arriva: saliamo in macchina e partiamo alla volta di Auronzo. Neanche il tempo di uscire da Sant’Ilario e … drinn… il nuovo presidente del Sant’ilario Basket, avendoci incrociato in auto mentre andava a lavorare, incuriosito si interessa a questa nostra matta uscita da papà sfegatati e butta li una provocazione che diverrà tema principale per il lungo viaggio di andata e di ritorno. 

Perché no? I pulcini del Sant’Ilario Basket avranno due nuovi (matti) allenatori. Questa la sentenza della nostra due giorni ad Auronzo circa un anno fa. E infatti i pulcini ci hanno dovuto sopportare, perché li abbiamo fatti un po’ soffrire con le nostre matte idee.

Va bene che sono piccoli (dai 4 a 6 anni) e vorrebbero solo giocare a lupo ghiaccio… ma qui si gettano le radici dei veri campioni di basket di domani.

A partire dalla capacità d’ascolto: quelli delle orecchie sono stati i primi muscoli che abbiamo voluto allenare con l’auto della musica e del silenzio. Nella foga del giocare (così come in quella del vivere) le nostre orecchie devono riconoscere i segnali che arrivano dal Mister. Per educarli a questo durante i 75 minuti di allenamento almeno 4 volte, le note di una canzone dei Minions chiedevano ai bambini di interrompere qualsiasi gioco stessero facendo per andarsi a sedere in cerchio intorno al mister ad ascoltare le indicazioni. Inoltre per altrettante 4 volte durante ogni allenamento si chiedeva loro di controllare ogni loro impulso in attesa di essere chiamati per nome dal Mister che sceglieva chi chiamare in base al livello di silenzio e autocontrollo espresso da ciascuno.

Poi la virtù dell’umiltà: siamo tutti importanti per il Mister; nello sport (come nella vita) verrà il momento in cui ci è chiesto di trascinare, in quel momento abbiamo l’onore di tutta l’attenzione e la fiducia del Mister e dei compagni e l’onere di dare il massimo per non deluderli. Ma in una squadra (come nella vita) ci siamo in tanti e dobbiamo saper accettare che al centro dell’attenzione ci sia qualcun altro. Non solo, dobbiamo imparare a dare attenzione e fiducia ai nostri compagni per sostenerli nel momento del loro importante ruolo di leader. Ecco perché abbiamo introdotto, non senza ponderarlo bene, ma al tempo stesso con un po’ di coraggio il rito della palla d’oro. Cinque minuti prima del saluto finale un bambino a turno riceveva la palla d’oro, che portava a casa e poteva utilizzare nell’allenamento successivo. Qualche lacrima è stata versata, ma sono lacrime che aiutano a crescere nella capacità di attendere il proprio turno, di rimanere al proprio posto. 

In questi 8 mesi i pulcini sono cresciuti! Alcuni sono pronti per volare tra gli Aquilotti il prossimo anno, altri si sono irrobustiti imparando a conoscere il proprio corpo, a prendere confidenza con la palla, a condividerla con i compagni, a difenderla dagli avversari, a prenderla e a lasciarla come debbono imparare a fare con tutto ciò che nella vita è strumento (e non fine) per una piena realizzazione del proprio Progetto.

Grazie Presidente per aver creduto in noi, Grazie Pulcini per la gioia che ci avete regalato! 

Martino e Mela